Ytong e Multipor un ottimo bilancio fra qualità e ambiente

I prodotti in calcestruzzo cellulare Ytong e Multipor, ormai affermati e apprezzati anche sul mercato italiano, presentano elevati standard di sostenibilità ambientale grazie all'origine naturale delle materie prime impiegate, unita all'elevata qualità degli impianti di produzione Xella.
I principali prodotti Xella sono, infatti, certificati secondo lo standard Natureplus® e corredati dalla Dichiarazione Ambientale di Prodotto (EPD) basata sulla stima del ciclo di vita (LCA). La certificazione EPD attesta con parametri oggettivi l’eccellenza del profilo ambientale dei sistemi Ytong, comprovandone la sostenibilità, la eco-compatibilità e l’impatto ambientale minimo per la sua produzione in relazione all’intero ciclo di vita del prodotto, per un’edilizia sempre più vicina e attenta al benessere dell’uomo e del costruire sostenibile.  

L’impianto produttivo di Pontenure traccia un percorso di eccellenza 
Il 21 Marzo 2019 è stata inaugurata ufficialmente nello stabilimento di Pontenure la nuova linea produttiva delle polveri. Fondamentali in quest’ottica sono i costanti investimenti effettuati sullo stabilimento produttivo italiano di Xella a Pontenure (PC) - esteso su un’area di circa 100.000 m2 - che hanno permesso di ottimizzare i sistemi e le tecnologie di produzione, portando l’impianto italiano a configurarsi come uno tra i siti più all’avanguardia nel panorama europeo.  
Il piano di sviluppo dell’impianto ne ha visto l’ulteriore potenziamento con l’avviamento di una nuova linea produttiva dei materiali in polvere e premiscelati, per la produzione di malte, collanti e intonaci. Questa scelta pone le sue profonde motivazioni nella prioritaria attenzione a offrire un sistema costruttivo completo che garantisca una completa compatibilità dei prodotti a garanzia della qualità della costruzione finale. Gli studi sui materiali costruttivi, infatti, sono concordi nell’affermare l’importanza d’impiego di prodotti che presentino proprietà e caratteristiche il più possibile omogenee e complementari. Ciò garantisce un comportamento dei materiali in esercizio che si dimostra univoco e uniforme nelle prestazioni, assicurando risultati di elevata qualità per costruzioni efficienti, durature e sicure in ogni situazione. 
Il nuovo polo produttivo è un impianto tecnologicamente avanzato, con elevata automazione secondo gli standard “industria 4.0” e la sua capacità produttiva è di 700 sacchi / ora, equivalenti a circa 17,5 tonnellate di malte. L’impianto è stato concepito conciliando alta efficienza e il rispetto dell’ambiente dotato di: 
• 10 silos principali, 
 • 12 macro – micro dosatori,  
• 2 teste di impacchettamento (carta e plastica) e 
• un robot palletizzatore.
© Copyright 2020. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy