L’importanza di un comfort domestico efficiente e sostenibile

Vaillant sposa una filosofia green che ha tra le sue principali applicazioni concrete il brand “Green iQ”, un marchio altamente innovativo attraverso cui l’azienda si fa promotrice del cambiamento, stabilendo nuovi standard di efficienza e sostenibilità.
Le moderne tecnologie per il riscaldamento possono svolgere un ruolo chiave nella strada verso un futuro più verde ed ecosostenibile. Nell’attuale scenario europeo, il gas sta diventando una tecnologia ponte verso un futuro di sempre maggiore integrazione con le energie rinnovabili all’interno del quale cresce la richiesta di prodotti intelligenti, ad alta efficienza e in grado di dialogare tra loro per utilizzare l’energia in maniera smart.

Questo l’orizzonte della casa metabolica, concetto espresso da Giulio Ceppi, architetto e docente al Politecnico di Milano durante il recente incontro di Milano dedicato al tema dell’abitare green organizzato da Vaillant. Un approccio circolare basato sulla riduzione delle dispersioni di energia, affinché questa possa essere riutilizzata in nuove modalità. Un ambiente domestico in grado di comportarsi come un “organismo energetico complesso”, capace di assicurare comfort e prestazioni con minimi dispendi di energia e con un bassissimo impatto ambientale.

In questo contesto Vaillant sposa una filosofia green che ha tra le sue principali applicazioni concrete ilbrand
“Green iQ”, un marchio altamente innovativo attraverso cui l’azienda si fa promotrice del cambiamento, stabilendo nuovi standard di efficienza e sostenibilità.

Per Vaillant la parola "Green" afferisce alla progettazione del ciclo di vita del prodotto, alla produzione responsabile, alla longevità del prodotto stesso e ad una maggiore efficienza per garantire prestazioni di alta qualità. La parola "IQ", invece, rappresenta il pensiero connettivo e l'intelligenza volta a ottimizzare l'utilizzo del prodotto nel corso degli anni e a offrire il controllo e il monitoraggio dell'energia consumata.

Insieme - Green e IQ - combinano tecnologia e intelligenza con la volontà di essere realmente sostenibili.

Il logo Green IQ rappresenta, per Vaillant, il modo intelligente per essere ecologici offrendo prodotti caratterizzati dalle migliori performance dell’intera gamma e connettività di ultima generazione. Significa processi di produzione rispettosi dell’ambiente, maggior utilizzo di materiali riciclati e riciclabili, ricerca e scelta responsabile dei fornitori e, al tempo stesso,app per il controllo da mobile, monitoraggio dei consumi, perfetta interazione con il fruitore e assistenza da remoto. Perché vantaggi per l’ambiente e vantaggi per le famiglie sono strettamente correlati, uniti all’interno di un circolo virtuoso dove responsabilità e benefici sono condivisi.

È possibile ritrovare la perfetta applicazione pratica di questi concetti nella nuova caldaia combinata a condensazione ecoTECexclusive Green iQ. Introdotta di recente sul mercato, grazie agli elevati standard di efficienza, connettività e sostenibilità, rispecchia in pieno le caratteristiche del brand Green IQe rappresenta al meglio l’alternativa verde possibile già oggi.

ecoTECexclusivevanta eccezionali caratteristiche tecniche e funzionali, in grado di migliorare non solo la qualità di vita in casa, ma anche fuori, offrendo il minor impatto ambientale possibile. 
In più, dal punto di vista della connettività ecoTECexclusive dispone al suo interno un router integrato che dialoga con la rete WiFi di casa. Attraverso l’app (iOS e Android) multiMATIC è possibile comandare la caldaia anche da remoto. 
Infine, proprio come tutti i prodotti a marchio Green iQ, anche questa speciale caldaia è realizzata con un ampio impiego di materiali riciclati e riciclabili, che nel caso specifico raggiunge una quota dell’85%.

ecoTECexclusiveè stata premiata con il Red Dot Award, importante riconoscimento in ambito design.

RISCALDAMENTO DOMESTICO E CO2
Da una recente analisi condotta da Vaillant in tema riscaldamento domestico e sostenibilità è emerso come dal rinnovamento del parco caldaie installate in Italia potrebbe arrivare una significativa riduzione delle emissioni di CO2 e consistenti risparmi per le famiglie.

Le indagini si sono concentrate sui gas serra, e sulla CO2 in particolare, che vedono il settore residenziale non solo responsabile del 20% delle emissioni totali in Italia, ma registrano anche un aumento delle emissioni stesse del 9,4% negli ultimi 15 anni, in controtendenza con una generale contrazione in tutti gli altri settori.

È così emerso che delle oltre 19 milioni di caldaie operanti nel Nostro Paese, circa il 70% sono di tipo tradizionale, a bassa efficienza, mentre addirittura 7 milioni sono ormai obsolete, quindi a bassissima efficienza e con emissioni significative di CO2.

Grazie alla sostituzione di solo queste ultime con moderne caldaie a condensazione, si potrebbero ridurre le emissioni di CO2 di 5.908 kt/anno, pari al 7% delle emissioni di gas serra del settore residenziale, mentre ogni famiglia potrebbe godere di un risparmio in bolletta tra il 20 e il 25%. Per fare un esempio, una famiglia del nord Italia che vive in una casa di 120m2, passando dalla tradizionale caldaia a camera aperta a una moderna a condensazione, potrebbe tagliare i consumi del 20%, risparmiando fino a 759€ in un anno, e ridurre le emissioni di CO2 di 2.170 kg/anno, un quantità sufficiente a compensare le emissione annuali di un’automobile di media cilindrata.
© Copyright 2020. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy