Il patrimonio religioso culturale: prevenzione sismica per un valore da tutelare

La giornata di studio, tenuta a Monte Berico (Vicenza) nel dicembre 2016, ha avuto come fine quello di dare principio ad un dialogo interdisciplinare finalizzato a valutare metodi e criteri da adottare per la prevenzione sismica del patrimonio religioso culturale.
L’Istituto Superiore di Scienze Religiose “Santa Maria di Monte Berico”, collegato alla Pontificia Facoltà Teologica Marianum di Roma, in collaborazione con studiosi di diverse università italiane, professionisti ed imprese del settore ha promosso la Giornata di Studio dal titolo Il patrimonio religioso culturale. Un valore da tutelare. Un discorso sull’ingegneria e sull’architettura antisismiche con il fine di dare principio ad un dialogo interdisciplinare finalizzato a valutare metodi e criteri da adottare per la prevenzione sismica del patrimonio religioso culturale. La giornata di studio intende analizzare il tema della prevenzione sismica del patrimonio costruito con il supporto della ricerca scientifica e delle esperienze dirette che hanno consentito di mettere in atto progetti con risultati di enorme interesse per la salvaguardia del patrimonio religioso culturale in occasione di eventi calamitosi. Inoltre questa giornata di studio apre ad un ciclo di incontri che seguiranno nel prossimo 2017 creando così le premesse anche per percorsi formativi più articolati sul tema del patrimonio religioso culturale.

La giornata di studi, organizzata nel dicembre 2016, è stata sostenuta da Anthea Risk Management, G&P Intech e FIP Industriale e patrocinata da Comune di Vicenza, Ordine degli Ingegneri della Provincia di Vicenza, Lions International, ICOMOS Italia, Confartigianato Vicenza, CAD Sociale, Numeria, Il Prato Edizioni.
© Copyright 2022. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy