Terrazze della galleria San Babila - Milano

I supporti per pavimenti sopraelevati King sono stati chiamati ad una sfida impegnativa quanto prestigiosa. La ristrutturazione della copertura della galleria di San Babila ha previsto, oltre al restauro dei lucernari in vetrocemento, anche la sostituzione della vecchia impermeabilizzazione e il ripristino di una nuova pavimentazione sulle terrazze adiacenti.
Sulla superficie calpestabile è stata posata la nuova guaina, ripristinandone la funzionalità protettiva e al tempo stesso si è percorso una soluzione di alta tecnicità e di elevato valore estetico. Sui 400 mq di terrazze calpestabili, caratterizzate da un forte dislivello, irregolarità e numerosi elementi emergenti, i posatori della Sol Tecnica s.r.l. hanno realizzato un elegante pavimento sopraelevato costituito da lastre in grès porcellanato 60x60 cm e supporti King con base basculante. 
A fronte di tali difficoltà King ha dato sfoggio di grande versatilità: basti pensare che in poco più di un metro lineare, il piano faceva registrare un dislivello di 4 cm. La tecnologia Converter System del supporto King consente di impiegare il movimento della base basculante per contrastare il forte dislivello e facendo guadagnare, di contro, al piano di calpestio una perfetta planarità. In tal modo, la base di King appoggia completamente sul fondo in pendenza, in maniera planare, assicurando la massima stabilità del sistema. 
Per questo intervento sono stati impiegati i supporti King nei formati K2, K3, K4 che, posati in successione per file di mattonelle, hanno permesso con semplicità di annullare la pendenza del fondo, creando un piano calpestabile perfettamente planare. Grazie alla base pre-incisa è stato semplice anche gestire la posa delle piastre in spazi limitati, ad esempio vicino ai bordi creati dai corpi emergenti (camini, lucernari, muretti). La posa si è rivelata semplice e veloce: le numerose variabili presentate dal sottofondo sono state agilmente risolte dalle tecnicità del sistema. I preziosi accorgimenti quali i preintagli sotto la base, le alette in gomma flessibile, il passaggio con un semplice gesto da funzione fissa o autolivellante della base, la regolazione millimetrica della vite, hanno permesso di eseguire questo complesso lavoro senza dover ricorrere a strumenti sofisticati o a una estrema varietà di accessori, compensatori e ausili. 
 La registrazione del supporto avviene in maniera millimetrica a pavimento posato utilizzando la chiave King-Key mentre le alette e la base possono essere tagliate con un semplice cutter.
© Copyright 2017. Edilizia in Rete - Privacy policy