Casa della musica - Pieve di Cento, Bologna

La progettazione di questo edificio si inserisce nel contesto della ricostruzione post terremoto in Emilia del 2012, in cui l’obiettivo era quello di costruire edifici completamente antisismici, come sottolineato anche dall’architetto Mario Cucinella all’inaugurazione della Casa della Musica avvenuta il 29 maggio 2017.
“Dobbiamo immaginare che da questa grande sofferenza (l’evento sismico ha provocato sette vittime, ndr) ricostruiremo meglio, con più attenzione, senza compromessi su sicurezza sismica e sicurezza ambientale”. 
Per questo motivo nella mente dei progettisti c’era in primis un’attenzione spiccata all’aspetto antisismico. Trattandosi poi di una Casa della Musica, non meno importante è stato l’impegno per garantire un alto isolamento acustico e, infine, energetico. Tra i punti cardine, a livello urbanistico, c’era quello di creare uno spazio di aggregazione per la comunità, non soltanto in ambito musicale. 

Progetto 
La Casa della Musica è stata disegnata da Mario Cucinella Architects su commissione del Circolo di Musica Pievese e dell’istituto comprensivo Cavicchi. La struttura è stata progettata con il contributo di sei giovani professionisti del territorio emiliano, coinvolti nella ricostruzione post terremoto col Workshop Ricostruzione. I capitali per realizzare l’edificio sono stati trovati grazie al Fondo di solidarietà. 
Strutturalmente, la Casa della Musica aggrega nove piccoli laboratori musicali di forma circolare in una struttura che garantisce stabilità antisismica e ottime prestazioni acustiche ed energetiche. Si tratta di un edificio diffuso, come una sorta di orchestra, con nove laboratori collegati e in armonia, attorno a una piazza centrale pensata come un’agorà, in cui i musicisti possono scambiarsi idee, impressioni, e realizzare saggi. I rivestimenti in legno di rovere rappresentano un chiaro richiamo al legno degli strumenti musicali. Completa il progetto un’originale panca in legno dall’andamento curvilineo. 
Le sedute girano intorno all’edificio creando particolari luoghi di ritrovo, anche fuori dall’orario delle lezioni. La costruzione ha una struttura portante in muratura che è risulta adatta per la grande inerzia termica. Tale struttura è rivestita internamente con pannelli Knauf- HeraDesign che mediante la propria trama, composta di fibre naturali, garantisce un miglioramento della qualità acustica interna e un isolamento tra le aule adiacenti, oltre ad arricchire la qualità dello spazio interno, favorendo la concentrazione degli allievi che lo ospiteranno. Il rivestimento è in facciata ventilata per offrire ottime prestazioni energetiche. 
Ogni laboratorio ha un impianto autonomo. Inaugurata il 29 maggio 2017 alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, si trova nell’area ex Lamborghini. La pista ciclabile offre la possibilità di raggiungere comodamente il centro cittadino. Pieve di Cento ha così un luogo che rinnova la grande tradizione musicale del paese.

Crediti fotografici: Moreno Maggi
© Copyright 2018. Edilizia in Rete - Privacy policy