Agriturismo, Camerino

A un’impresa elettrica multispecializzata è stata affidata la realizzazione e la messa in servizio di tutti gli impianti tecnologici di un agriturismo in provincia di Macerata: distribuzione energia, illuminazione d’ambiente interna, esterna e di sicurezza, segnalazione incendio, aspirazione centralizzata, automazione ingressi e videocitofonia, distribuzione del segnale video e telefonia, antintrusione.
La struttura in questione, che funziona da albergo e ristorante, è una vecchia casa colonica sita nelle colline di Camerino. Una di quelle abitazioni di una volta: muri grossi, in pietra, volte, archi e travi in legno. Un seminterrato e due piani fuori terra, per un totale di circa 750m2. Nove camere tutte dotate di bagno (una camera è attrezzata per poter garantire un adeguato comfort anche a ospiti diversamente abili), una reception con angolo per l’esposizione prodotti tipici, un salone comune al primo piano, sale da pranzo e cucine nel seminterrato. Alla ditta di Grasselli sono state affidate le opere complessive di realizzazione e messa in servizio di tutti gli impianti tecnologici: distribuzione energia, illuminazione d’ambiente interna ed esterna e di sicurezza, segnalazione incendio, aspirazione centralizzata, automazione ingressi e videocitofonia, distribuzione del segnale video e telefonia. Inoltre, sono state predisposte tutte le infrastrutture necessarie alla realizzazione dell’impianto antintrusione.

Distribuzione elettrica
Per l’impianto elettrico, si è scelta la strada della tecnologia tradizionale. Niente automazioni quindi, o servizi particolari. La struttura infatti vuole porsi sul mercato come un’oasi di antica quiete, confortevole ma senza particolari dotazioni tecnologiche. Un quadro generale da 25kW riceve e smista l’energia. Un sottoquadro da 6kW serve la cucina, uno da 3kW la centrale termica, e due da 3kW ciascuno sono destinati a sala da pranzo e zona bar. Inoltre, l’area esterna destinata alla permanenza di turisti in camper, è stata attrezzata con un sottoquadro da 10kW. Ogni camera ha in dotazione un piccolo quadro da 8 moduli per la gestione dei carichi locali. Tutti i cavi unipolari utilizzati per la distribuzione dell’energia (parliamo di circa 10.000metri lineari totali) sono conformi alle norme di sicurezza in materia di propagazione degli incendi. I quadri, assemblati da Grasselli, sono composti da moduli e accessori Bticino.

Sistemi di sicurezza
Quarantun rilevatori di fumo, di cui quattro termovelocimetri e tutti gli altri ottici, cablati con cavo bus, garantiscono una capillare copertura dell’edificio. Per le segnalazioni di emergenza, sono stati installati sette pulsanti, e per gli allarmi, nove cassonetti ottico-acustici. Il tutto gestito e supervisionato da una centralina di comando collegata a un combinatore telefonico. L’impianto antintrusione è stato predisposto. Mentre sono già operative le automazioni del cancello, dotato di motore sommerso e comandabile localmente o da remoto, e il sistema di videocitofonia, organizzato con due postazioni esterne (cancello e portone di ingresso) e quattro monitor interni.

Illuminazione d’ambiente e di sicurezza
All’installatore è stato affidato il compito di provvedere alla realizzazione dei sistemi di illuminazione fin dalla progettazione. Per questo si è dimostrata molto importante la collaborazione del distributore all’ingrosso di zona, che ha supportato, con la consulenza di tecnici competenti, le scelte di Grasselli tanto in materia di sorgenti che di apparecchi. Alla fine, per gli interni si è optato per una illuminazione mista.
LED sulle scale: quarantotto moduli da 1W a muro, e trenta Led da 3W a pavimento, per illuminare pareti e soffitti e segnare il passo. Per le sale e le camere da letto invece, si è preferito lavorare con lampade a risparmio energetico, collocate su apparecchi quasi sempre a illuminazione indiretta. Nelle aree esterne invece sono stati utilizzati lampioncini per vialetti e giardino, fari a ioduri metallici da 35W per dare risalto alle pareti esterne dell’edificio e lampioni con ottica Catof (ovvero in linea con le normative contro l’inquinamento luminoso) equipaggiati con lampade da 70W per i parcheggi. Tutto il sistema è gestito da sensori crepuscolari per l’accensione e lo spegnimento in automatico. Per concludere, una cinquantina di lampade di emergenza e segnalazione sono disposte secondo le indicazioni della norma, a garantire una corretta visibilità e accessibilità degli ambienti anche in caso di black-out o eventuale situazione di pericolo.

Aspirazione centralizzata
La struttura è dotata di un impianto di aspirazione centralizzata che provvede a servire tutti gli ambienti. Per realizzarlo sono stati installati ventiquattro punti presa, calcolati sulla base delle superfici geometriche da “coprire” in rapporto alla lunghezza massima del tubo che è di sette metri. La centrale di aspirazione è da 3,5kW, e l’impianto è suddiviso in due linee contemporanee: zona notte e zona giorno. Questo consente a due operatori di lavorare nello stesso momento, nelle due areee, senza che l’aspirazione perda in potenza ed efficacia.

TV e telefonia
L’impianto di trasmissione del segnale TV è misto: terrestre e satellitare (4 sono i canali satellitare abilitati). È stato necessario calare tre linee in parallelo al fine di risolvere in maniera ottimale il problema dello spessore dei muri, in molti casi in pietre o mattoni a vista, che rendeva di complessa gestione la posa sotto traccia. In totale sono state installate venti prese di distribuzione del segnale, una in ogni camera e in alcune aree comuni. La centralina telefonica, predisposta per trenta numeri interni con due linee d’ingresso, funziona come interfono e per trasferire le linee sull’esterno.
© Copyright 2017. Edilizia in Rete - Privacy policy