Trattamento delle lastre in cemento amianto

I laboratori di Ricerca&Sviluppo Mapei hanno sviluppato particolari formulazioni adatte all’incapsulamento temporaneo e permanente delle lastre in cemento amianto.

Vinavil 03V speciale amianto è l’incapsulante temporaneo di tipo D in conformità con il D.M. 20 agosto 1999, per il trattamento delle lastre in cemento amianto. Si tratta di una dispersione acquosa a base di copolimero vinilversatico e speciali additivi, di colore rosso, che può essere applicata a pennello o rullo, a spruzzo o con apposita apparecchiatura airless su lastre piane o ondulate degradate dall’esposizione prolungata agli agenti atmosferici aggressivi. L’applicazione di Vinavil 03V speciale amianto impedisce alle fibre di amianto debolmente legate alla superficie della lastra di staccarsi e disperdersi nell’aria, con conseguenze sull’ambiente e la salute degli operatori addetti alla movimentazione e rimozione. Una volta applicato e asciutto Vinavil 03V speciale amianto si presenta come un film di colore rosso, molto aderente alle superfici trattate e durevole. Ciò assicura che tutte le operazioni di rimozione delle lastre trattate (smontaggio, accatastamento, palettizzazione), compresa la movimentazione fino in discarica, possono avvenire nel rispetto totale dell’ambiente. Le lastre che vengono trattate con Vinavil 03V speciale amianto non necessitano di un alcun intervento di preparazione del sottofondo. Per il trattamento permanente delle lastre contenenti amianto, Mapei ha studiato il ciclo Aquaflex System, certificato in conformità al D.M 20 agosto 1999 per l’incapsulamento permanente di tipo A (a vista all’esterno), B (a vista all’interno) e C (non a vista, prima di un confinamento). Il ciclo incapsulante si compone di prodotti di qualità certificata e prevede, dopo la pulizia e l’asciugamento delle lastre, l’applicazione di una mano di Malech, fondo a base di resine acriliche micronizzate in dispersione acquosa che penetra nel supporto legando le fibre sia tra di loro sia con la matrice cementizia, impendendone in questo modo la dispersione; successivamente si procede ad applicare Aquaflex, prodotto monocomponente pronto all’uso a base di resine elastomeriche in dispersione acquosa disponibili in tre colori (bianco, rosso e grigio). L’elasticità di Aquaflex, testata con prove d’invecchiamentoaccellerato, permette di sopportare tutti i movimenti di dilatazione e ritiri dovuti a sbalzi termici e vibrazioni. In conformità a quanto prescritto dal D.M. 20 agosto 1999 e, in base al ciclo di incapsulamento permanente previsto (tipo A, tipo B o tipo C), Aquaflex dovrà essere applicato in una sola o due mani. Se applicato in due mani, si consiglia di impiegare colori contrastanti in quanto, nel tempo, il comparire della tinta del primo strato evidenzierà la necessità del ripristino del ciclo incapsulante. Aquaflex costituisce una soluzione ottimale in quanto offre durabilità con costi e tempi d’intervento contenuti.

© Copyright 2019. Edilizia in Rete - N.ro Iscrizione ROC 5836 - Privacy policy